Il cambia valute

Tutte le sere, dopo il lavoro Wah il cambiavalute, in punta di piedi si appostava
davanti alla porta della farmacia per osservare la lezione di WT attraverso uno
spiraglio. Il Maestro Leung Jan era il suo idolo, neanche uno dei suoi movimenti,
effettuati con le mani o con i piedi sfuggiva alla sua attenzione. Giorno dopo giorno,
il desiderio di apprendere il WingTsun cresceva sempre più. Un giorno si fece
coraggio e si rivolse a Leung Jan e, come aveva previsto, la sua proposta venne
cordialmente, ma decisamente, respinta. Pur rimanendo profondamente deluso, Wah
non abbandonò le sue speranze ed escogitò un piano per raggiungere il suo obiettivo.
Un giorno, mentre il maestro Leung Jan era assente, Wah il taglialegna portò un
uomo molto forte nella farmacia dove si trovava solo Leung Tsun, flglio minore di
Leung Jan. Naturalmente lo sconosciuto non era altri che Wah il cambiavalute, che
osservando regolarmente le lezioni dalla fessura della porta aveva imparato
abbastanza bene diverse tecniche Wing Tsun. Leung Tsun volle combattere con il
cambiavalute non solo per vedere quanto avesse imparato attraverso le lezioni
"proibite", ma anche per dimostrare la sua superiorità. Egli, però non si era
duramente allenato come Wah il taglialegna. Wah il cambiavalute si rese conto al
primo contatto che il suo avversario non era così forte ed abile come si aspettava.
Senza volerlo Cha Wah Shun colpì talmente forte Leung Tsun con il palmo della
mano che lo scaraventò contro la sedia preferita di suo padre, rompendola.
Esterrefatti dall'esito del combattiimento, temettero che al suo ritorno Leung Jan li
avrebbe sicuramente puniti. Per fare in modo che non se ne accorgesse raccolsero i
pezzi e li assemblarono al meglio. La sera, dopo cena, Leung Jan che voleva riposarsi
un pò sulla sua sedia prediletta, si trovò improvvisamente a terra! Interrogato il figlio,
venne a sapere dello sconosciuto e del combattimento. A Leung Jan interessava
particolarmente sapere In che modo Wah il cambiavalute avesse appreso il WingTsun
e scoprì che egli aveva osservato di nascosto le sue lezioni e che aveva segretamente
ricevuto lezione dal suo allievo Wah il taglialegna. Leung Jan dopo aver rimproverato
il taglialegna, poiché non era permesso dare lezioni di Kung Fu senza il suo
consenso, mandò a chiamare Wah il cambiavalute. Temendo per il suo allievo
"proibito" una punizione da parte di Leung Jan, gli consigliò di non recarsi dal
Maestro, ma di rifugiarsi nel suo paese natio. Ritornato in farmacia, egli apprese che
Leung Jan non covava alcun desiderio di punizione e che voleva semplicemente
constatare l'abilità del cambiavalute. Felicissimo, chiamò il suo amico che venne
esaminato da Leung Jan. Wah il cambiavalute impressionò il "Re del Kung Fu" per la
sua costanza e diligenza. Per questo motivo venne accettato come allievo. Egli aveva
molto lavoro al mercato e aveva spesso a che fare con gente di basso ceto sociale che
si trovava sovente coinvolta in risse. Grazie a ciò, aveva spesso l'opportunità di
provare e di migliorare le sue abilità nei combattimenti reali. La sua fama di
combattente si diffuse in breve tempo e raggiunse persino gli ufficiali del governo dei
Manciu.